Cristina Carbonetti

Segretario

Dipartimento di Studi letterari, filosofici e di storia dell'arte, Università di Roma «Tor Vergata» Via Columbia, 1 00133 Roma (RM)
06 72595031

Curriculum

Laureata in Paleografia e Diplomatica presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Roma «La Sapienza» nel dicembre 1979. Dottore di ricerca in Diplomatica nel maggio 1992. Dal novembre 1992 professore associato di Paleografia latina e poi (settembre 1995) di Diplomatica presso la Facoltà di Lettere dell’Università di Napoli «Federico II». Dal novembre 2000 professore straordinario di Diplomatica presso la stessa Facoltà; dal novembre 2003 ordinario di Diplomatica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma «Tor Vergata».

Membro del collegio dei docenti del Dottorato di ricerca in “Storia” della Facoltà di Lettere e filosofia dell’Università di Roma “Tor Vergata” (dal 2012), della Commission internationale de Diplomatique (dal 2012) e del Consiglio direttivo dell’AIPD (dal 2012). Socio corrispondente (dal 1996) e quindi ordinario (dal 2000) della Società Romana di storia patria, nonché membro del Consiglio direttivo della stessa (2009-2013).

Membro del comitato scientifico delle rivista on-line “Scrineum” (dal 2010); “Documenta” (dal 2017) e “Studi di storia medievale e di diplomatica” (dal 2017); membro del comitato scientifico della collana “Biblioteca del Lazio” (dal 2013).

Ha collaborato alla organizzazione dei convegni “Roma e il suo territorio nel medioevo. Le fonti scritte fra tradizione e innovazione”, Roma 25-29 settembre 2012 e Mobilità sociale e mondo ecclesiastico. Il caso di Roma nei secoli XII-XV”, Roma 20 aprile 2016, nonché alla cura redazionale dei volumi degli atti.

Dirige il gruppo di ricerca internazionale Les cartulaires italiens, Xe-XVe siècle (Ecole française de Rome) ed è membro del gruppo di ricerca interuniversitario Notariorum itinera (sede Università di Genova)

Valutatore (referee) di saggi e volumi per le seguenti riviste, Istituti culturali e case editrici: Atti della Società ligure di storia patria, Ecole française de Rome, Nuova rivista storica, Rassegna storica salernitana, Reti medievali, Società ligure di storia patria, Rivista di storia della Chiesa in Italia, editrice Viella, Istituto storico italiano per il medioevo.

Ha lavorato e lavora tuttora a temi inerenti 1) la storia del notariato, 2) i sistemi di produzione, uso, conservazione e trasmissione della documentazione medievale, 3) la documentazione monastica, 4) la diplomatica comunale, 5) il legame tra scrittura e pratiche di governo e di amministrazione nei secoli centrali del medioevo, 6) la cancelleria di Federico II. Alle ricerche storiche ha affiancato edizioni critiche di fonti documentarie attinenti a varie aree geografiche (Bergamo, Piacenza, Viterbo, Roma) e risalenti a periodi diversi (dal IX al XIV secolo), oltre che pertinenti a istituti e soggetti giuridici differenti. Ha curato l’edizione del Registro della cancelleria di Federico II di Svevia (1239-1240). E’ autrice di saggi e monografie di carattere storico-diplomatistico sulla storia e la funzione del documento medievale e sulla prassi documentaria in generale.

Pubblicazioni

  1. Il monastero romano di San Sisto nella seconda metà del XIV secolo: la comunità femminile e la gestione del suo patrimonio, in Roma religiosa. Monasteri e città (secoli VI-XVI), a cura di Giulia Barone e Umberto Longo, “Reti Medievali Rivista”, 19, 1 (2018), pp. 371-401

  2.  

    Il palatium Lateranense come risorsa: gli scrittori di documenti a Roma tra VIII e XII secolo, in La mobilità sociale nel Medioevo italiano. 3. Il mondo ecclesiastico (secoli XII-XV), Atti del convegno di studio Mobilità sociale e mondo ecclesiastico (Italia, XII-XV secolo), Roma, 4-6 febbraio 2016, a cura di S. Carocci e A. De Vincentiis, Roma 2017, pp. 75-92

  3. Premessa a La mobilità sociale nel Medioevo italiano. 5. Roma e la Chiesa (secoli XIII-XV), Roma 2017, pp. 7-10

  4. Roma, Spoleto 2017 (Fondazione Centro italiano di Studi sull’alto medioevo, Il medioevo nelle città italiane, 13)

  5. Recensione a Registrum Petri diaconi (Montecassino, Archivio dell’abbazia, Reg. 3). Edizio­ne e commento a cura di Jean-Marie Martin - Pierre Chastang - Errico Cuoz­zo - Laurent Feller - Giulia Orofino - Aurélie Thomas - Matteo Villani, 4 vol., Rome, École Française de Rome, 2015 (Sources et documents publiés par l’École Française de Rome, 4; Fonti per la storia dell’Italia medievale. Antiquitates, 45/1-4), 2184 p., in “Rivista di storia della Chiesa in Italia”, 70/1 (gennaio-giugno 2016), pp. 220-224

  6. Studio e restauro delle pergamene dell’Archivio Boncompagni-Ludovisi conservato presso l’Archivio Segreto Vaticano, in Dall’Archivio segreto vaticano. Miscellanea di testi, saggi e inventari, 9, Città del Vaticano 2016, pp. 423-458 (Collectanea archivi vaticani, 102) (in collaborazione)

  7. Il rotolo A.A., Arm. I-XVIII 3328 dell’Archivum Arcis: studi letterari e scientifici, interventi di restauro, in Dall’Archivio segreto vaticano. Miscellanea di testi, saggi e inventari, 9, Città del Vaticano 2016, pp. 403-422 (Collectanea archivi vaticani, 102) (in collaborazione)

  8. Programme de recherche sur les cartulaires ecclésiastiques de l’Italie médiévale, in “Revue Mabillon, revue internationale d’histoire et de littérature religieuses ; International review for ecclesiastical history and literature”, 27, 2016, pp. 261-262

  9. Scelte cancelleresche del comune di Roma delle origini. In margine a una sentenza dell’anno 1148, in Schola salernitana -  Annali, XX (2015), pp. 69-88

  10. Les cartulaires ecclésiastiques de l’Italie médiévale, in Mélanges de l’École française de Rome – Moyen Age, 127-2 (2015)

  11. Le scritture del Comune, in Roma e il suo territorio nel Medioevo. Le fonti scritte fra tradizione e innovazione. Atti del Convegno internazionale di studio dell’Associazione italiana dei Paleografi e Diplomatisti (Roma, 25-29 settembre 2012), a cura di C. Carbonetti - S. Lucà - M. Signorini, Spoleto, CISAM,  2015 (Studi e Ricerche, 6), pp. 293-342

  12. Le registre de la chancellerie de Frédéric II de Souabe (1239-1240), in L'enquête en questions. De la réalité à la «vérité» dans les modes de gouvernement (MoyenÂge - Temps modernes), dir. Anne Mailloux et Laure Verdon, CNRS Èditions, Paris, 2014, pp. 159-172

  13. Giuseppe Tomassetti e le fonti scritte, in Giuseppe Tomassetti a cento anni dalla morte e la sua opera sulla Campagna Romana, convegno di studi, Roma, 6-7 dicembre 2011, a cura di L. Ermini Pani e Paolo Sommella, Roma 2013 (Miscellanea della Società romana di storia patria, 60), pp. 31-48

  14. «Duas cartas unius tenoris per alphabetum divisas scripsi». Contributo a una geografia delle pratiche documentarie nell'Italia dei secoli XII e XIII, in «Scrineum Rivista», 10 (2013), pp. 215-258

  15. A proposito di forme documentarie e pratiche autenticatorie. Un singolare privilegio duecentesco del comune di Viterbo conservato nell’archivio di San Giovanni in Laterano, in Per Gabriella. Studi in ricordo di Gabriella Braga, a cura di Marco Palma e Cinzia Vismara, I-IV, Cassino, Edizioni Università di Cassino, 2013 (Collana di studi umanistici, 6), I, pp. 351-370

  16. Bonconte Monaldeschi senatore di Roma, Manfredi ed Eugenio Duprè Theseider, in «Bullettino dell’Istituto storico italiano per il Medioevo», 115 (2013), pp. 253-286

  17. La scrittura come strumento di governo: il registro della cancelleria di Federico II del 1239-40, in La produzione scritta tecnica e scientifica nel Medioevo: libro e documento tra scuole e professioni. Atti del Convegno internazionale di studio dell’Associazione italiana dei Paleografi e Diplomatisti, Fisciano-Salerno, 28-30 settembre 2009, a cura di G. De Gregorio e M. Galante, Spoleto 2012, pp. 243-260

  18. «Ne de hoc posset aliquatenus dubitari». Pratiche di falsificazione documentaria nella Viterbo dei primi anni del Duecento, in Sit liber gratus, quem servulus est operatus. Studi in onore di Alessandro Pratesi per il suo 90° compleanno, a cura di Paolo Cherubini e Giovanna Nicolaj. Prefazione di S. Ecc.za Mons. Sergio Pagano, Città del Vaticano, Scuola Vaticana di Paleografia, Diplomatica e Archivistica, 2012 (Littera Antiqua, 19), pp. 367-386

  19. Recensione a Il Quinternone di Ascoli Piceno, a cura di G. Borri, in Studia Picena, 2011, pp. 457-463

  20. I supporti scrittorii della documentazione: l’uso del papiro, in Jean-Marie Martin, Annick Peters-Custot, Vivien Prigent (dir.), L’héritage byzantin en Italie (VIIIe-XIIe siècle). I. La fabrique documentaire, Roma 2011, pp. 33-48

  21. Il sistema documentario romano tra VII e XI secolo: prassi, forme, tipologia della documentazione privata, in Jean-Marie Martin, Annick Peters-Custot, Vivien Prigent (dir.), L’héritage byzantin en Italie (VIIIe-XIIe siècle). I. La fabrique documentaire, Roma 2011, pp. 87-115

  22. “Sicut inveni in thomo carticineo iam ex magna parte vetustate consumpto exemplavi et scripsi atque a tenebris ad lucem perduxi”. Condizionamenti materiali e trasmissione documentaria a Roma nell’alto medioevo, in Oύ πάν έφήμερον. Scritti in memoria di Roberto Pretagostini. Offerti da Colleghi, Dottori e Dottorandi di ricerca della Facoltà di Lettere e Filosofia, a cura di Cecilia Braidotti, Emanuele Dettori, Eugenio Lanzillotta, Roma, 2009, I, pp. 47-69

  23. Scrivere e riscrivere. Usi propri e impropri degli spazi tergali in alcuni documenti romani del XII secolo, in In uno volumine. Studi in onore di Cesare Scalon, a cura di Laura Pani, Udine 2009, pp. 34-52

  24. A proposito di notai romani, in Roma nel Rinascimento 2008, (Roma 2008), pp. 7-14

  25. La curia dei priores et consiliarii Campi Salini a Roma agli inizi del Duecento, in Scritti per Isa. Raccolta di studi offerti a Isa Lori Sanfilippo, a cura di Antonella Mazzon, Roma, Istituto storico italiano per il medio evo, 2008 (Nuovi studi storici 76), pp. 115-141

  26. Lo statuto del castello di Campagnano del secolo XIII, Roma Gangemi 2006

  27. Privilegia represalie. Procedura giudiziaria e scritture documentarie connesse alla concessione del diritto di rivalsa a Roma nei secoli XIII e XIV, in «Archivio della Società Romana di Storia Patria», 129 (2006), pp. 63-100

  28. Chartae Latinae Antiquiores. Facsimile-edition of the Latin Charters, 2nd series, Ninth Century, part LXVI, Italy XXXVIII – Piacenza III, Dietikon-Zürich 2005

  29. Il registro di entrate e uscite del convento domenicano di San Sisto degli anni 1369-1381, in Economia e società a Roma tra Medioevo e Rinascimento. Studi dedicati ad Arnold Esch, a cura di Anna Esposito e Luciano Palermo, Roma 2005, pp. 83-117

  30. Cancelleria, registro della (1239-1240), in Federico II. Enciclopedia Fridericiana, I, Roma 2005, pp. 211-216

  31. San Germano (1208), dieta di, in Federico II. Enciclopedia Fridericiana, II, Roma 2005, pp. 606-607

  32. San Germano (1225), dieta di, in Federico II. Enciclopedia Fridericiana, II, Roma 2005, pp. 607-608

  33. San Germano (1230), pace di, in Federico II. Enciclopedia Fridericiana, II, Roma 2005, pp. 608-609

  34. Il registro della cancelleria di Federico II del 1239-1240, 2 voll, Roma, Istituto storico italiano per il Medio Evo, 2002 (Fonti per la storia dell’Italia medievale. Antiquitates, 19/1-2)

  35. I Libri iurium di Viterbo, in Comuni e memoria storica. Alle origini del Comune di Genova, Atti del Convegno di studio (Genova 24-26 settembre 2001), Genova 2002, pp. 113-130

  36. Le pergamene degli archivi di Bergamo. aa. 1059 (?)-1100, Bergamo 2000 (Fonti per lo studio del territorio bergamasco, 16)

  37. Ninfa 1298. Testimonianze sull’acquisizione di Ninfa da parte di Pietro II Caetani raccolte ed illustrate nel settimo centenario, Roma 1998

  38. Margheritella. Il più antico liber iurium del comune di Viterbo, Roma, Istituto storico italiano per il Medio Evo, 1997 (Fonti per la storia dell’Italia medievale. Antiquitates, 6)

  39. Tabellio, tabelliones, in Lexicon des Mittelalters, VIII, München 1997, pp. 391-392

  40. Eduard Sthamer e il suo lascito scientifico, «Quellen und Forschungen aus italienischen Archiven und Biblio- theken», 76 (1996), pp. 519-523

  41. Documenti su libro. L’attività documentaria del comune di Viterbo nel Duecento, Roma, Istituto storico italiano per il Medio Evo, 1996 (Fonti per la storia dell’Italia medievale. Subsidia, 4)

  42. Le pergamene degli archivi di Bergamo. aa. 1002-1058, Bergamo 1995 (Fonti per lo studio del territorio bergamasco, 12)

  43. Rome (moyen âge: gouvernement), in Dictionnaire historique de la Papauté, a c. di P. Levillain, Paris 1994, pp. 1464-1474

  44. La curia dei magistri edificiorum Urbis nei secoli XIII e XIV e la sua documentazione, in Roma nei secoli XIII e XIV. Cinque saggi, a cura di Etienne Hubert, Roma 1993, pp. 1-42

  45. La curia dei magistri edificiorum Urbis nei secoli XIII e XIV e la sua documentazione, in Roma nei secoli XIII e XIV. Cinque saggi, a cura di Etienne Hubert, Roma 1993, pp. 1-42

  46. Falsi documenti «autentici» nelle Margherite viterbesi. Un caso di falsificazione operato dal comune di Viterbo alla metà del secolo XIII, in «Archivio della Società romana di storia patria» 116 (1993), pp. 75-112

  47. «Unus bonus notarius pro commune civitatis». Il notaio al servizio del Comune nelle città della provincia di Campagna e Marittima nel tardo Medioevo, in Atti del Convegno Statuti e ricerca storica, Ferentino 11-13 marzo 1988, s.l. 1991, pp. 127-142

  48. Liber memorie omnium privilegiorum et instrumentorum et actorum communis Viterbii (1283), Roma 1990 (Miscellanea della Società romana di storia patria, 34)

  49. Documentazione inedita riguardante i magistri edificiorum Urbis e l’attività della loro curia nei secoli XIII e XIV, in «Archivio della Società romana di storia patria» 113 (1990), pp. 169-188.

  50. Gli «scriptores chartarum» a Roma nell’Altomedioevo, in Notariado pùblico y documento privado: de los orígenes al siglo XIV, Actas del VII Congreso Internacional de Diplomática, Valencia, 6-12 ottobre 1986, 2 voll., Valencia 1989, II, pp. 1109-1137

  51. Un atto del Comune di Anagni del 1478. Note in margine agli statuti e all’archivio del Comune nel medioevo, in «Latium», 6 (1989), pp. 65-82

  52. Per un contributo alla storia del documento comunale nel Lazio dei secoli XII e XIII. I Comuni delle Province di Campagna e Marittima, in «Mélanges de l’École française de Rome. Moyen Age», 101 (1989/1), pp. 95-132

  53. Le carte del convento domenicano di Tivoli conservate nell’archivio della Provincia Romana dell’Ordine (secoli XIII-XVIII), in «Archivum fratrum Praedicatorum», 58 (1988), pp. 87-119

  54. Le più antiche carte del convento di San Sisto in Roma (905-1300), Roma 1987, (Codice diplomatico di Roma e della regione romana, 4)

  55. Il fondo pergamenaceo del convento domenicano di Tivoli conservato nell’Archivio generale dell’Ordine (secc. XIII-XVII), in «Archivum fratrum Praedicatorum», 54 (1984), pp. 143-229

  56. Le fonti per la storia locale: il caso di Tivoli. Produzione, conservazione e ricerca della documentazione medievale, in «Rassegna degli Archivi di Stato», 44/1 (1984), pp. 68-148

  57. Precisazioni sui primi documenti riguardanti il castello di Vaccareccia nel territorio Collinense, in «Archivio della Società romana di storia patria», 105 (1982), pp. 145-151.

  58. Spigolature dall’archivio di S. Maria Nova, in «Annali della Scuola speciale per archivisti e bibliotecari dell’Università di Roma», 21-22 (1981-1982), pp. 149-159.